C’è un rischio di “cartelle pazze”, per i contribuenti di Mineo?

Tasse-2015-canone-Rai-aumenti-benzina-sigarette-giornali-gennaio-2015

A Mineo in questi giorni di fine d’anno numerosi cittadini – si parla di oltre cinquecento famiglie – stanno vivendo una situazione abbastanza spiacevole. Sono stati contattati dal locale Ufficio Tributi, per presunte tasse non pagate negli anni precedenti. Bollette del 2012, o prima, che ora si ripresentano con il sovrappiù delle more e degli interessi. Bisogna dimostrare agli uffici, portando la ricevuta, di aver pagato correttamente a suo tempo. Così viene appianata la questione.
Se a sbagliare è il contribuente, allora è giusto che paghi. Ma se invece la maggior parte di tali notifiche vengono mandate per errore? Si fa perdere tempo e serenità alle persone, chi ne risponde?
Altro problema – e più grave – è quando il cittadino si trova sprovvisto della ricevuta per dimostrare che aveva già pagato. Come ci si può difendere? Si dovrà pagare per forza, sotto l’ingiusta minaccia della riscossione coatta? E se in realtà era stato l’ufficio a non mandare il bollettino per il pagamento nei tempi corretti? Allora toccherebbe agli uffici dimostrare, carte alla mano, che la notifica della tassa era stata veramente inviata. Bisogna anche considerare che il sistema di notifica delle bollette si basa sulla posta ordinaria, la bolletta può andare a finire chissà dove invece di arrivare al destinatario, mentre la posta certificata risolverebbe il problema con migliori garanzie di spedizione e minore rischio di errore.
L’Osservatorio sta raccogliendo le testimonianze, si raccomanda agli uffici dell’Ente la massima attenzione nel gestire l’intero caso. Non è da escludersi che possano influire negativamente certe direttive emanate dalla amministrazione politica, mal poste e potenzialmente illegittime. Già tempo addietro avvenne che da parte di un assessore si arrivò a sostenere pubblicamente che «quacchedunu nun paiunu l’acqua, e spatti s’allinchinu i piscine!»
Viste le notevoli difficoltà di bilancio, vige il comandamento di “fare cassa comeddedé”, con o senza premi annuali per lo zelo dimostrato nella caccia. Così facendo si rischia uno spiacevole deterioramento del rapporto civile tra l’Ente e il Cittadino, che non accetta di essere qualificato come evasore e poi chiamato a dimostrare la propria innocenza.
Seguiranno aggiornamenti.

Osservatorio per la trasparenza amministrativa a Mineo

Annunci

Nel silenzio dei media, a Mineo la guerra delle affissioni è cominciata

affissione-abusiva-

Non è bastato oltre un mese di servizio comunale vacante, non sono bastate le segnalazioni alla Polizia Municipale, i comunicati stampa, le foto e perfino i video di denuncia da parte del Movimento Cinque Stelle e dell’Osservatorio per la trasparenza amministrativa a Mineo. La notizia “non passa”. Qualunque sia il motivo di tale ostinato silenzio, è un fatto che così si aiutano i comportamenti scorretti e il disordine urbano. Continua a leggere

Le affissioni a Mineo sono tornate al “far west”?

Dopo molte settimane di sospensione del servizio affissioni da parte dell’Ente comunale, dalla metà di ottobre alcuni manifesti hanno cominciato a comparire negli spazi adibiti a tale uso. Prima una comunicazione commerciale – la catena Despar – e poi un evento sportivo promosso da una associazione di Mineo, con il patrocinio del Comune.
Intanto, negli uffici continuano a giacere ammucchiati centinaia di manifesti. Sono stati pagati con regolare ricevuta ma non vengono affissi “per mancanza di personale”: questa la risposta degli uffici, sempre uguale. Continua a leggere

Chi si occupa delle affissioni nel paese di Mineo?

Il servizio comunale è fermo da oltre una settimana

Chi si occupa delle affissioni nel paese di Mineo?

Sul territorio italiano e senza eccezioni, secondo quanto stabilito dalle norme in vigore l’attività di affissione viene gestita dai Comuni, come servizio a richiesta. L’Ente comunale può poi decidere se gestire il servizio direttamente con i propri uffici oppure darlo in appalto a ditte private. Continua a leggere

Ancora una riforma per il Comune di Mineo

La nuova pianta organica riuscirà a riparare i danni e i malfunzionamenti dell’Ente?

Ancora una riforma per il Comune di Mineo

L’Osservatorio per la trasparenza amministrativa a Mineo nel marzo 2014 aveva dato notizia delle novità negli assetti interni dell’Ente comunale pubblicando i documenti relativi alla nuova pianta organica così come era stata riorganizzata dagli amministratori eletti nel giugno 2013. In successivi momenti, grazie alla pubblicazione nell’Albo Pretorio del Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e Servizi nonché di alcune delibere sindacali e determine dirigenziali, erano stati resi noti i dettagli del provvedimento: la ridefinizione delle macro aree – ridotte da quattro a tre – con i relativi servizi afferenti a ciascuna, i capi-area designati, il personale assegnato a ciascuna macro-area e infine l’assegnazione specifica dei vari dipendenti ai diversi uffici. Continua a leggere

Lavoriamo per Mineo – Dialogo con Giuseppe Mistretta, comitato Mineo prima di Tutto, 26.06.2015

Lavoriamo per Mineo – Dialogo con Giuseppe Mistretta, comitato Mineo prima di Tutto, 26.06.2015

manifesto-piccoloLeone Venticinque – Buonasera a tutti i partecipanti a questo terzo incontro, che il Laboratorio politico Vetustissima et Iucundissima e l’Osservatorio per la trasparenza amministrativa a Mineo hanno voluto proporre alla cittadinanza. I primi due incontri si sono svolti nelle scorse settimane, con l’evolversi delle vicende presenti che è stato molto rapido e in parte non prevedibile. Questo potrebbe diventare una sorta di appuntamento troppo schiacciato sul presente, ci vedrebbe spettatori di vicende che avvengono e coinvolgono il paese e non solo, e lo vedono più che altro soggetto invece che parte attiva. Oggi abbiamo voluto cercare di riportare l’attenzione alla capacità propositiva e a quelli che dovrebbero essere alcuni degli aspetti classici della azione politica e di ciò che significa occuparsi di una comunità dal punto di vista del suo governo e dell’amministrazione. Continua a leggere

Randagismo: cosa dovrebbe fare il Comune di Mineo?

Rth.F., in un pomeriggio d’aprile, si trovava nel centro storico di Mineo. Da una abitazione nelle vicinanze si avvicinava a piedi tra le piccole stradette per raggiungere la propria automobile, parcheggiata in un’area di sosta nei pressi della Biblioteca Comunale, sotto l’ex mulino. Da qualche tempo abitualmente vi soggiornano alcuni cani randagi, tra i tanti che circolano nel borgo così come nelle zone rurali circostanti. In questo caso la loro permanenza si spiega anche perché qualche concittadino che ha malinteso il senso della solidarietà si prodiga a nutrirli, motivo per cui da là non si spostano. Quali conseguenze igieniche ciò comporta si possono immaginare, con escrementi ovunque. Ma c’è di peggio, quando cioè animali di fatto lasciati a sé stessi si riuniscono in branco e si convincono di essere padroni del territorio. Così R.F., nel tentativo di arrivare alla vettura per lasciare la zona, si trovava in notevoli difficoltà vista la presenza inquietante dei numerosi animali proprio in quello spazio, mentre per altre persone l’esperienza è stata arricchita anche da tentativi di attacco da parte degli stessi animali, che potevano portare a conseguenze gravi per l’incolumità delle persone coinvolte. Il 13 maggio in Piazza Buglio un bambino la sera mentre giocava insieme a altri è stato morso alla gamba da un cane di proprietà ma lasciato incustodito. Finora segnalazioni all’amministrazione non hanno prodotto risultati. Ogni giorno, finché non si provvederà da parte degli organi competenti, c’è una situazione di rischio permanente che può colpire chiunque, soprattutto i soggetti più deboli come bambini e persone anziane poco autosufficienti.  Continua a leggere

A Mineo arriva Pegaso, S.p.A. delle lauree per corrispondenza

per l’Osservatorio per la Trasparenza Amministrativa a Mineo

Il Coordinatore Politico della lista che da ormai due anni governa il paese ha avuto una nuova idea e l’ha realizzata. Le porte per lui sono sempre aperte e non esistono le lunghe attese burocratiche. In qualità di Presidente di un Centro Studi – C.e.s.t.a. – si è accreditato presso una università telematica privata, la Pegaso, S.p.A. istituita nel 2006 con sede centrale a Napoli, per aprire una sede a Mineo. Continua a leggere

Criticità Bilancio 2015

Comune di Mineo – Provincia di Catania

prot. 4703

Al Sig. Sindaco
Al Presidente del Consiglio
Agli Assessori Comunali
Ai Consiglieri Comunali
Al Segretario Comunale
Ai Responsabili delle Posizioni Organizzative (Dott. Caccamo e Dott. Fichera)
Al Presidente del Collegio dei Revisori
Loro Sedi

Oggetto: Criticità Bilancio 2015

Come è noto i trasferimenti statali di risorse finanziarie destinate ai Comuni per l’anno 2015 sono stati letteralmente annullati (Legge di stabilità 2015). I Comuni devono autogovernarsi e reperire proprie risorse per lo svolgimento delle attività amministrative e il mantenimento della qualità dei servizi erogati (Federalismo fiscale). Continua a leggere

La nuova rappresentanza sindacale Rsu nel Comune di Mineo

Si sono recentemente svolte a Mineo le elezioni dei rappresentanti sindacali Rsu dei dipendenti comunali. Erano candidate due liste, una completa con cinque candidati a coprire i cinque posti di rappresentanza, un’altra formata da un solo candidato. La Cgil Fp non ha raccolto nemmeno un voto a Mineo, visto che nessun dipendente comunale tra quelli notoriamente e dichiaratamente schierati su quel versante politico ha voluto – o forse potuto, per cause indipendenti dalla sua volontà – proporre la lista. Alle votazioni ha partecipato buona parte degli aventi diritto. Il risultato, calcolato con il metodo dei quozienti, ha portato alla formazione di una Rsu nella quale è stato eletto anche il candidato della lista alternativa.
Continua a leggere