Criticità Bilancio 2015

Comune di Mineo – Provincia di Catania

prot. 4703

Al Sig. Sindaco
Al Presidente del Consiglio
Agli Assessori Comunali
Ai Consiglieri Comunali
Al Segretario Comunale
Ai Responsabili delle Posizioni Organizzative (Dott. Caccamo e Dott. Fichera)
Al Presidente del Collegio dei Revisori
Loro Sedi

Oggetto: Criticità Bilancio 2015

Come è noto i trasferimenti statali di risorse finanziarie destinate ai Comuni per l’anno 2015 sono stati letteralmente annullati (Legge di stabilità 2015). I Comuni devono autogovernarsi e reperire proprie risorse per lo svolgimento delle attività amministrative e il mantenimento della qualità dei servizi erogati (Federalismo fiscale).
Alla luce della mancata approvazione delle aliquote di tributi propri ed in particolare della TASI da parte del Consiglio Comunale (sedute del 9 e 17 aprile scorso), le quali avevano come obiettivo, non di reperire risorse finanziarie aggiuntive ma di colmare il divario verificatosi nel 2014 tra la quota che lo Stato ha trattenuto per alimentare il Fondo di Solidarietà Comunale di € 195.679,73 e quanto accertato a rendiconto in € 82.083,63, le previsioni di Entrate, da inserire nel predisponendo Bilancio 2015, sono assai incerte (si prevedono riduzioni assai consistenti nell’ordine di centinaia di migliaia di Euro) che non consentono più una gestione normale e il mantenimento degli impegni già presi. Infatti nelle condizioni attuali viene preclusa qualsiasi attuazione di programma di spesa per l’insussistenza della relativa sostenibilità finanziaria. Si è di fronte a questioni strettamente finanziarie e contabili che mettono a rischio la formazione del Bilancio 2015 per l’impossibilità di mantenere gli equilibri previsti dalla normativa vigente e che potranno tradursi in pericoli per la stabilità finanziaria dell’Ente.
La sottoscritta, per quanto detto, è impossibilitata ad esprimere pareri favorevoli per coperture di spese che, se pur in regola con l’art 163 del decreto legislativo n. 267/2000, non trovano capienza nelle risorse prevedibili per l’anno 2015.
Nella considerazione della mancanza di risorse anche gli impegni già presi debbono essere rivisti e le spese relative a servizi erogati e da erogare riguardanti spese non obbligatorie per legge (Contributi) e spese per servizi a domanda individuale (Assistenza domiciliare, la mensa scolastica, l’assistenza scuolabus, l’assistenza economica ecc.) debbono o essere sospesi per mancanza di fondi o continuati a totale carico dell’utenza.
La situazione finanziaria dell’Ente è anche appesantita da alcune spese (contenziosi arrivati a conclusione) cui dare copertura onde evitare lievitazione di costi e dal ripiano, da effettuarsi in trenta anni, del disavanzo tecnico che deriverà dal riaccertamento straordinario dei residui al 01.01.2015 e che diminuirà le disponibilità di risorse per gli anni 2015 e seguenti (art. 1 co. 505 legge di stabilità 2015 e decreto 02.04.2015).
Prudenzialmente, pertanto, si propone la sospensione e/o la revoca di impegni già presi da valutare insieme a tutti i soggetti in indirizzo, in un incontro urgente da tenersi giovedì 30 aprile c.a. alle ore 12.00, al fine di poter predisporre il Bilancio di Previsione 2015.

IL RESPONSABILE FINANZIARIO
D.ssa Tommasa Saitta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...