La riorganizzazione del Comune di Mineo (III parte)

A oltre un mese dall’inizio della presente inchiesta (I parte; II parte), il processo di riorganizzazione dell’ente è tuttora in corso in molti settori. Inoltre non sono mancati casi nei quali sono avvenuti vari rimaneggiamenti nella composizione degli uffici, fatto che mostra una perdurante provvisorietà che è ancora ben lontana dal suo definitivo assetto. Anche se non è ancora possibile formulare una valutazione complessiva degli effetti della riforma, nel complesso si è evidenziato un modo di procedere privo di un progetto preordinato, con l’effetto di aver messo l’attività degli uffici in grande disordine. Laddove le modifiche sono state già portate a compimento, inoltre, non si evidenziano reali benefici per l’utenza né un miglioramento dell’erogazione dei servizi che l’Ente è chiamato a garantire. Rimane aperta la domanda espressa inizialmente, quale sia il vero obiettivo che ha guidato l’intera operazione fin dall’inizio. Forse in futuro si avrà risposta, nel frattempo alcuni esempi particolari mostrano in che modo si sta operando da parte degli organi politici che sono a capo dell’Amministrazione di Mineo.
L’ufficio Protocollo, del quale già si era accennato nella seconda parte dell’inchiesta, si occupa di gestire tutti i documenti prodotti e ricevuti dal Comune di Mineo, compresa la posta. In gran parte si tratta di documenti riservati – si pensi per esempio a richieste personali da parte di singoli cittadini al Comune, dati sensibili, comunicazioni dell’Ente a singoli cittadini per questioni o vertenze private, ecc. – che devono essere trattati da dipendenti comunali che hanno l’obbligo contrattuale di mantenere il segreto d’ufficio. Prima della riorganizzazione, il Protocollo era sotto la responsabilità di un dipendente comunale, che attualmente è stato spostato altrove senza che sia avvenuta una sostituzione con persona di pari livello e adeguati titoli di studio – nel suo caso si trattava di specializzazione da archivista. L’ufficio è ora in mano a precari articolisti che non hanno nessun obbligo di riservatezza in merito al delicato compito che devono assolvere, oltre a non dover rispondere per legge della conduzione dell’ufficio, visto che il personale ausiliario può solo supportare, coadiuvare e collaborare con i dipendenti comunali ma non gestire direttamente uffici e servizi. Si consideri poi l’aumento complessivo da tre a quattro unità e il fatto che, essendo gli articolisti assunti con un monte orario inferiore di ben 16 ore alle 36 settimanali dei dipendenti che garantiscono l’apertura degli uffici, si sono rese necessarie costanti integrazioni di ore straordinarie, con costi aggiuntivi.
La nuova macro-area di vigilanza e servizi al territorio ha assorbito la precedente area dei servizi tecnologici e per il territorio con la nomina di un dirigente che è sottufficiale dell’Esercito e non risulta sia in possesso di competenze specifiche in campo edilizio e urbanistico. In queste condizioni, si rischia di causare entro breve tempo un caos negli uffici, impossibilitati a dare risposte alle esigenze dei cittadini, con la conseguente mancata esecuzione di opere ordinarie, straordinarie e di manutenzione, come per esempio le operazioni di scerbatura nell’area abitata. A tale proposito va sottolineata la grande importanza della scerbatura effettuata nel giusto periodo per salvaguardare la sicurezza, cioè al fine di evitare incendi estivi. In un recente passato, a seguito di ritardi nei lavori di scerbatura fino all’estate inoltrata, nelle pendici della cosidetta “caudaredda” a causa di un incendio procurato per eliminare le stoppie è stata messa a rischio l’incolumità dei residenti nella zona del Viale Rimembranze e l’integrità degli edifici là presenti: danni gravissimi sono stati evitati soltanto grazie all’intervento degli aerei antincendio che hanno portato l’acqua per spegnere le fiamme che erano ormai vicinissime alla strada urbana.
Anche nel settore dell’urbanistica, a seguito della riorganizzazione degli uffici, si sono prodotti cambiamenti di rilievo. In precedenza i servizi urbanistici erano gestiti da quattro addetti, che si occupavano anche della protezione civile e dei servizi cimiteriali. Nel nuovo assetto ci sono tre addetti, assegnati ciascuno a una sola delle suddette mansioni. Ne deriva una evidente disparità nel carico di lavoro e inoltre è venuta a mancare la pluriennale esperienza in campo urbanistico di uno dei dipendenti, che è stato invece estromesso e destinato a altri incarichi. Per quanto riguarda i servizi cimiteriali, l’ambito è stato spostato dal settore urbanistico a quello della manutenzione ma allo stesso tempo nel nuovo organigramma non c’è più la figura del custode del cimitero, essendo stato spostato l’addetto che se ne occupava in precedenza a un’altra macro-area. Di conseguenza il cimitero è attualmente privo di custode e viene gestito da due Asu, da un operaio generico e da un istruttore tecnico le cui mansioni sono così descritte: «gestione dell’apertura, custodia e chiusura del cimitero, del controllo dell’esecuzione dei lavori di manutenzione ordinaria e giardinaggio all’interno della’area cimiteriale». Anche in questo caso si rileva un aumento degli addetti che tuttavia si accompagna alla mancanza di chiarezza sui rispettivi compiti.
Infine, merita attenzione anche quanto sta accadendo nel settore finanza, contabilità e tributi. In passato era presente un addetto con le adeguate competenze, il quale con l’aiuto di un collaboratore si occupava anche dei rapporti con l’utenza, cioè con i cittadini che si rivolgevano all’ente per avere informazioni e chiarimenti in merito a bollette, conteggi, somme dovute ecc. Nel nuovo assetto sono stati messi allo sportello tre nuovi addetti mentre l’operatore incaricato dell’effettiva gestione del comparto non ha più rapporti con l’utenza, il che significa aver prodotto un aumento della distanza tra l’Ente e il cittadino. Da ciò derivano le maggiori difficoltà incontrate nel cercare risposte in merito alla situazione contributiva individuale verso il Comune di Mineo.

Osservatorio per la trasparenza amministrativa a Mineo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...