Una piccola proposta per il cimitero di Mineo

di Grazia Bellino, per l’Osservatorio sulle disabilità a Mineo

2012.05.22 – A Mineo, la “città dei defunti” – il cimitero – è da lungo tempo fonte di continui problemi che parenti e familiari devono subire senza speranza di soluzione. Farne l’elenco sarebbe lungo – dalla cronica mancanza di posti ai pericoli di crollo per frana – e probabilmente inutile perché, nonostante l’informazione non è mancata anche sulla stampa regionale, eppure nella parte del paese che dovrebbe essere abitata dai vivi non si scorge traccia di senso critico e il vaso della pazienza ha dimensioni infinite. Si tratta forse di una diffusa patologia di masochismo, cioè alle persone in fondo piace soffrire e gli sta bene così.
Tale mancanza di stimoli e sollecitazioni che la cittadinanza di un paese normale dovrebbe indirizzare ai propri amministratori avrà senz’altro delle cause – forse è ancora il dominio borbonico e dei baroni, che ha selezionato nei secoli un popolo di servi – ma ha prodotto anche degli effetti negativi, cioè il tranquillo e indisturbato permanere nella inerzia di chi dovrebbe far funzionare i servizi essenziali e invece passa le giornate a cercare le scuse per dare risposte credibili, senza riuscire neanche in questo lavoro.
A fronte di un quadro tanto deprimente ci sono però delle piccole cose che in fondo non sarebbe davvero difficile rendere più efficienti per tutti, considerata anche la campagna elettorale che si avvicina e dunque l’occasione per assessori e sindaci part-time di fare qualche bella figura con poco.
Come è noto, i cancelli del cimitero sono aperti qualche ora la mattina e poi il pomeriggio, con una lunga chiusura a metà giornata. Un orario del genere mal si adatta agli impegni quotidiani di tante persone e spesso bisogna fare le cose di gran fretta prima di essere cacciati dal custode. Allora la soluzione migliore, che non è difficile trovare già applicata in altri comuni del Calatino, è l’orario continuato senza interruzione, tutti i giorni. Se poi la grave mancanza di personale – visto che al Comune di Mineo pare ci siano solo una decina di impiegati o poco più, tutti già sommersi di lavoro fin sopra i capelli – non dovesse consentire il pieno soddisfacimento di tali esigenze, in seconda opzione l’orario si potrebbe diversificare durante la settimana, così da coprire fasce diverse della giornata e consentire a parenti e congiunti di scegliere il giorno meno problematico per andare a visitare le tombe.
In breve, questa è la proposta. L’Odm valuterà se trasformarla in una petizione firmata dai cittadini, in caso non si abbia una risposta soddisfacente in tempi ragionevoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...