Processo del depuratore – si vanno definendo le varie cause dell’incidente

di Leone Venticinque, per il Laboratorio politico Vetustissima et Iucundissima

[pullquote]per rimettere in funzione il depuratore bisognerebbe fare un grande lavoro di ripristino, quasi costoso come costruirne uno nuovo[/pullquote]

2011.09.30 – Nell’udienza di venerdì 30 settembre 2011 si è svolto il controesame dei consulenti del Comune di Mineo. Dalle analisi chimiche sembra ormai verosimile l’ipotesi che l’automezzo usato dalla ditta di Ragusa per un carico e scarico di fanghi all’interno del depuratore li abbia “sporcati” con residui di lavorazioni petrolifere dovuti al fatto che la cisterna non era stata pulita dopo l’ultimo uso alla raffineria di Gela. Da qui il determinarsi di condizioni impreviste per tutte le vittime dell’incidente, che hanno proceduto con la massima incoscienza ma di fatto ignari del pericolo più grave, cioè la presenza del gas tossico nella vasca. Altri seri rischi avrebbero d’altronde dovuto tenere lontani i sei operai dal luogo nel quale hanno trovato la morte: rischio chimico, biologico e anche di annegamento. Più in generale, i consulenti spiegano che chi opera in un impianto di depurazione deve necessariamente ricevere una adeguata formazione su tutte le tipologie di rischio alle quali va incontro, mentre il custode Pulici era stato solo sommariamente istruito sulle operazioni più semplici, operazioni che tra l’altro non avrebbe dovuto compiere visto che era là come custode e non come addetto alla gestione e manutenzione dell’impianto.
Secondo i consulenti per rimettere in funzione il depuratore bisognerebbe fare un grande lavoro di ripristino, quasi costoso come costruirne uno nuovo. Nel frattempo sono ormai tre anni che gli scarichi fognari dell’abitato scendono a valle tal quali, a beneficio della falda acquifera della Piana e della salute di chi ne consumerà i frutti.

Prossima udienza 28 ottobre 2011, ore 9.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...