Serve una vera alternativa per la rinascita di Mineo

di Alessandro Manzoni

2011.07.15 – Le osservazioni mosse all’ultimo articolo da me pubblicato sul blog “Qui Mineo” da parte di due esponenti politici locali nonché il manifesto apparso in questi giorni sui muri della nostra città mi danno lo spunto per poter individuare le cause che a mio parere hanno determinato che un gruppo di persone senza meriti amministrativi particolari hanno governato la nostra città da circa un ventennio. Infatti i miei due giovani interlocutori hanno concentrato le loro attenzioni più sull’autore dell’articolo in questione che sul contenuto dello stesso. Eppure avevo chiesto pubblicamente al sindaco di spiegare i motivi che lo hanno indotto ad aumentare indiscriminatamente le tasse senza spiegare alla cittadinanza la destinazione dei tre milioni e mezzo di euro riscossi con il recupero dell’Ici. Avevo anche chiesto le motivazioni che avevano determinato il deturpamento del territorio con l’installazione del parco eolico senza una ricaduta occupazionale per i nostri giovani. Mi sarei aspettato che l’attenzione si sarebbe rivolta su quegli argomenti importanti per la comunità ma altresì importanti per coloro che dovrebbero esercitare il ruolo di oppositori all’amministrazione. I consiglieri comunali hanno fra le loro prerogative quelle di fare delle interrogazioni al sindaco o di chiedere l’istituzione di commissioni consiliari di indagine. I commissari politici di partito hanno il compito di sensibilizzare la cittadinanza mediante riunioni o manifesti sui problemi del momento. Invece di fare tutto ciò e altro, si chiede all’autore dell’articolo di dare conto e ragione del proprio passato politico e delle scelte effettuate.
Ciò premesso, la mia meraviglia nasce anche perché penso che il mio passato politico non merita tanta attenzione così quanto ne meritano gli argomenti messi in risalto. Vorrei ricordare che il passato di una persona va valutato in base alle cose realizzate e vorrei soffermarmi su quanto da me realizzato durante il periodo in cui ho ricoperto la carica di presidente del consiglio comunale: approvazione dello statuto comunale; approvazione del regolamento del consiglio e delle commissioni consiliari; approvazione di tutti i regolamenti che permettono lo svolgersi della vita democratica della nostra comunità, per citare alcune cose fatte, tra cui il regolamento cimiteriale e i regolamenti per l’assegnazione della zona artigianale, l’agevolazione alle imprese e per l’assegnazione dei lavori pubblici in economia. A memoria d’uomo mai nessun presidente del consiglio della nostra comunità ha fatto tanto e vorrei ricordare che nelle precedenti due legislature la carica di presidente del consiglio era stata ricoperta dall’attuale sindaco. E’ anche opportuno ricordare le varie commissioni speciali istituite dal consiglio su mia iniziativa per vigilare su alcuni aspetti della vita amministrativa come la gestione della mensa scolastica e le periodiche ispezioni che si facevano nelle strutture di pertinenza del comune come il cimitero, l’asilo nido, le scuole. Sul campo operativo è stato presentato un progetto sponsorizzato da Damigella-Sgarbi che avrebbe potuto cambiare le sorti economiche e sociali della nostra comunità, che è stato aspramente osteggiato. Durante la mia presenza nella politica locale sono state date delle risposte in termini occupazionali quali le assunzioni nel “118” e le assunzionie nel parco eolico “Cerasella”. Queste assunzioni stabili sono state realizzate grazie all’autorevolezza che la classe politica rivestiva in quel periodo, autorevolezza che in quest’ultima fase è stata persa sia nella gestione del nuovo parco eolico, sia nella gestione del “Villaggio della Solidarietà”.
Ciò premesso, se si agisce solo criticando coloro che fanno risaltare le carenze dell’amministrazione attuale non si può sperare di fare opposizione. In questo modo indubbiamente si favorisce chi attualmente gestisce il paese. Questo modo di fare che ha contraddistinto negli anni i vari gruppi di opposizione nella nostra città ha permesso all’attuale amministrazione di resistere nel tempo disattendendo alle normali regole democratiche e cioè quelle di dare le risposte che i cittadini si attendono. Coloro che dovrebbero organizzarsi come alternativa all’attuale amministrazione si perdono in cose di secondaria importanza rivendicando una purezza politica per sé e per il gruppo di appartenenza, una purezza dovuta più all’inattività che all’operosità. Volendo ribadire potrei chiedere – ma non lo faccio – qual è il vero Pdl all’interno del nostro comune, quello che è all’opposizione o quello che fa gruppo con l’attuale maggioranza. Ai miei due giovani interlocutori potrei chiedere – ma non lo faccio – se condividono le scelte politiche del loro gruppo a livello nazionale che ha avallato con un voto in Parlamento la favola che Ruby è la nipote di Mubarak. Daremmo l’impressione dei polli di Renzo di manzoniana memoria e tutto ciò farebbe il gioco del gruppo che per vent’anni ha governato la nostra città senza nessun merito ma solo per la litigiosità dei gruppi che a loro si dovevano contrapporre.
Dobbiamo essere concreti, lungimiranti e propositivi. Su queste basi l’azione di opposizione potrebbe essere valida e concreta. Andiamo a cercare le cose che ci uniscono per costruire insieme una reale alternativa ed un programma per il rilancio della nostra comunità. Liberiamo assieme la nostra Mineo dall’immobilismo. Cerchiamo di dare una speranza e un futuro ai nostri figli. Lavoriamo assieme per riconquistare l’antico splendore per la nostra comunità.

Annunci

9 thoughts on “Serve una vera alternativa per la rinascita di Mineo

  1. I metodi e il senso politico da “Prima repubblica” li lascio a Lei. La persona viene prima di tutto, è così! La credibilità si constata non solo per le cose fatte, ma soprattutto per le scelte o iniziative intraprese negli anni di vita politica.
    La coerenza ai giorni nostri non è optional, è rottura dalla vecchia classe dirigente. Il rinnovamento e il cambio generazionale della classe politica è una delle sfide che “La Destra”, alle prossime elezioni comunali, si propone di attuare.
    Il Popolo Sovrano deve essere al centro della politica!

    Ci siamo stancati di vedere esponenti che cambiano casacca dove e quando conviene loro (caso Mandrà e company).
    Siamo stanchi di vedere esponenti che a due anni dalle prossime amministrative si ripresentino con una nuova strategia per attuare un tornaconto personale e politico. Ovviamente la mia critica è generale, non ne voglia fare caso personale.
    La politica deve essere dedizione e servizio verso la comunità; pena il fallimento prima di cominciare!
    Noi de “La Destra” subito dopo aver perso le elezioni amministrative locali, abbiamo intrapreso dal primo momento, il nostro ruolo di opposizione responsabile all’interno del gruppo “La Svolta”. L’interesse era ed è di continuare a tutelare con i “FATTI” la nostra comunità.
    Abbiamo dato tanto, sicuramente potevamo fare molto di più. Mi sento di dire e affermare che il nostro operato sino ad oggi è stato frutto di impegno e di amore verso Mineo. Le iniziative attuate si possono trovare nella brochure de ” La Svolta”, stilata e tanto apprezzata dai nostri concittadini.
    “La Destra” è uno dei primi partiti a livello locale.
    Pubblicamente voglio ringranziare il consigliere provinciale Giuseppe Mistretta per la costante dedizione manifestata tutti i giorni verso la nostra comunità. Portando avanti istanze utili e necessarie, ha dimostrato di essere all’altezza del proprio ruolo. I progetti concordati e attuati ne danno piena testimonianza.
    In quanto alle Sue posizioni, penso che oltre alla critica (condivisa e conosciuta profondamente) verso la nostra amministrazione, dovrebbe attuare anche un po’ di autocritica con l’intento di riuscire a trasmettere il Suo concreto progetto futuro verso la nostra comunità.

    Il Commissario de “La Destra” di Mineo
    Pietro Catania.

  2. Ciao Pietro, riprendo un passaggio del tuo intervento:
    <>
    Se si vuole costruire un’alleanza solida fondata su un programma condiviso, è forse giunta l’ora di lavorare a questo obiettivo con una verifica dei possibili interlocutori nelle forme di pubblici dibattiti.
    Tra gli interlocutori possibili ci sono tutti coloro che considerano arrivato il momento del ricambio rispetto a un’esperienza quasi ventennale che sembra sopravvivere nella ripetizione di formule e protagonisti.
    Io credo che impiegare tempo e energie nel misurare reciprocamente il “tasso di coerenza” degli altri non sia il modo migliore di procedere in direzione dell’alternativa di governo, quanto invece un involontario supporto a chi – anche grazie alle divisioni tra gli avversari – desidera preservare all’infinito la propria egemonia. Se divisioni e disaccordi devono emergere, penso sia meglio che si mostrino chiaramente su punti concreti, come per esempio le scelte di spesa a favore delle forze produttive per il lavoro o per l’assistenzialismo, a favore del turismo o dell’agricoltura.
    Insomma, chiedo che quanto prima si inizi a discutere davanti agli elettori sulle direzioni da percorrere e sulle politiche di governo locale che mirano a raggiungere gli obiettivi prescelti.
    In conclusione suggerisco qui due tra i tanti temi sui quali, dentro e fuori dal Consiglio Comunale, sarebbe utile produrre un confronto tra punti di vista. Nell’ultimo incontro davanti ai cittadini, la “1a festa della Cittadinanza Attiva” (mercoledì 13 luglio) sono stati annunciati tra l’altro i lavori di ripristino della copertura al campo di pallacanestro in C.da Nunziata e altri non meglio precisati interventi alla “Bambinopoli”. Nel primo caso si tratta di una spesa molto consistente, forse determinata anche dagli anni di abbandono e di incuria in cui è stata lasciata la struttura e nulla fa pensare che in futuro non seguano altri anni di incuria e abbandono per cui in pratica sarebbero soldi buttati. Nel secondo caso, è ben nota la situazione di dissesto geologico dell’area urbana sulla quale poggiano il parco pubblico, il campo di calcio e il parcheggio di Viale Crispi per cui lavori superficiali di poco conto non porterebbero benefici reali alla funzionalità degli spazi comuni di Mineo e quindi alla qualità della vita dei suoi abitanti.

  3. Leone io non misuro il “tasso di coerenza”, quello lo misureranno gli elettori in tempo dovuto! Ognuno di noi, in democrazia, è libero di fare le scelte opportune. Personalmente esprimo un mio leggittimo parere sulle vicende di politica locale.
    La mia risposta, caro Leone, va ben oltre al fattore “coerenza”.
    Più che altro discutiamo di credibilità personale. In politica se non sei credibile non esprimi fiducia! Se non esprimi fiducia gli elettori non ti premieranno mai!
    Il popolo è stanco di vedere le solite “quaglie” volare da destra a sinistra o viceversa; hanno ragione a criticare aspramente alcuni politici locali che pensano solo ai propri interessi.
    La prossima coalizione avrà una sfida assai importante e impegnativa: essere credibile e alternativa all’attuale modo di amministrare.
    Quindi per me la CREDIBILITA’,in politica e nella vita di tutti i giorni, è valore essenziale!
    “La Destra”, partito che ho l’onore di rappresentare a livello locale, non si tirerà indietro al senso di responsabilità per le prossime elezioni amministrative.
    Siamo pronti, con chi ci crede, a progettare un futuro migliore per la nostra comunità!

  4. Leggendo l’ultima risposta da parte del Commissario Politico de “La Destra” a Mineo noto due cose.
    Mentre da una parte viene riconosciuta la necessità per “La Destra” di presentarsi al prossimo voto amministrativo in una coalizione con altre forze e persone, allo stesso tempo sembra prevalere la tendenza alle bocciature che chiudono un dialogo costruttivo senza neanche cominciarlo perché, prima ancora degli elettori, deve essere il partito – e il suo Commissario Politico – a stabilire se altre persone siano state coerenti e credibili a sufficienza, oppure no. E’ naturale che in politica fuori da un rapporto di parità il dialogo diventa difficile, quindi così facendo credo che si ottenga l’effetto di ridurre il già non molto ampio spazio delle possibili alleanze.
    Allo stesso tempo noto che si fanno riferimenti generici al modo di amministrare, al servizio per il futuro della comunità da parte della politica, ecc. ma poi, di fronte alla inattesa possibilità di pronunciarsi in una sede pubblica come questa su alcuni argomenti concreti come quelli da me ricordati nel precedente commento, per motivi che mi sono oscuri si preferisce non cogliere l’occasione.
    Da parte mia chiedo che quanto prima si inizi a discutere davanti agli elettori sulle direzioni da percorrere e sulle politiche di governo locale che mirano a raggiungere gli obiettivi prescelti.

  5. Leone io penso che tu stia facendo un po’ di confusione…non siamo entrati in campagna elettorale!
    Io non ho bocciato nessuno, non ho chiuso nessun dialogo.
    Ripeto -se non hai chiaro il concetto-: Il POPOLO MENENINO saprà premiare chi merita!
    Il mio senso civico mi spinge ad applicare l’etica in politica.
    Mi si critica l’espressione di un mio leggittimo e personale pensiero sulle vicende politiche menenine?
    Riguardo le prossime elezioni amministrative locali, sono più che convinto che il mio partito, democraticamente, saprà decidere in termini di alleanze facendo la giusta scelta.

    Se hai il piacere di discutere possiamo farlo personalmente, sono a tua completa disposizione; a tal proposito possiamo cogliere l’occasione di pubblicare una bella intervista, de La Destra, su tematiche di polica locale. Che ne pensi?
    Sarà più facile evitare inutili confusioni perditempo o eventuali strumentalizzazioni.
    A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...