Il governo promette: dal “Villaggio della Solidarietà” lavoro per tutti

Incontro con il nuovo Sottosegretario all’Interno On. Sonia Viale

[fonte: sito del Comune di Mineo]

21/06/2011 – Dopo numerose sollecitazioni verbali e scritte fatte dal Sindaco di Mineo al Ministro dell’Interno Maroni, finalmente qualcosa si è mossa. Il 21 giugno scorso è arrivato in Sicilia il nuovo Sottosegretario all’Interno con delega all’immigrazione ed asilo, On. Sonia Viale, accompagnata dal Dirigente Generale dell’Ufficio Immigrazione del Ministero, Prefetto Apria, nonché dal Prefetto di Catania, Dott. Vincenzo Santoro. Si è subito recata presso il Villaggio della solidarietà, dove l’aspettava una delegazione di Sindaci del Calatino (Mineo, Caltagirone, Vizzini), i Dirigenti della Croce Rossa Italiana, i rappresentanti delle altre organizzazioni umanitarie presenti, le forze di polizia e, nota molto lieta, i rappresentanti delle varie etnie ospitate appena eletti democraticamente. Il tavolo tecnico-operativo così organizzato è durato parecchio ed ha visto inizialmente i Sindaci evidenziare in maniera schietta i tanti elementi di criticità che questo progetto del Governo ha presentato sin dalle prime battute.
Piuttosto emozionante l’incontro con i rappresentanti degli immigrati, che hanno ringraziato per l’accoglienza e chiesto con insistenza notizie sulla durata della loro permanenza, sulle lungaggini delle commissioni esaminatrici, sulle prospettive future in Italia. Alla fine, il Sottosegretario ha riconosciuto validi i rilievi critici, ma ha confermato l’intenzione del Governo di insistere su questo “modello pilota”. Ha assicurato che da subito verrà notevolmente ampliato il lavoro delle due commissioni (quella di Mineo lavorerà 5 giorni la settimana, quella di Siracusa opererà sempre al Residence per 3 volte la settimana, con obiettivo l’esame di un numero di casi variabili tra 50 e 80 la settimana). Inoltre verrà da subito predisposto, a cura della CRI e ditte locali, un servizio navetta per i principali centri circostanti. Ha anche assicurato che nelle prime settimane di luglio partiranno alcuni servizi a cura del Ministero del Lavoro e che è stata individuato quale soggetto attuatore la Regione Siciliana, che, dunque, diventerà parte attiva nel processo gestionale. Infine, ha concordato sulla necessità di azioni di sviluppo locale, con investimenti strutturali sul territorio, allo scopo di offrire una prospettiva futura sia agli immigrati che volessero rimanere nei dintorni che alle popolazioni residenti. L’incontro, molto cordiale e durato circa 3 ore, si è concluso con un pranzo comunitario alla “mensa sociale” del villaggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...