Mineo. Sinistra, solidarietà soltanto a parole…

di Lorena Grazia Mileti (“Le Termopili”, anno IV, n. 1, marzo-aprile 2011, p. 2)

 

Annunci

2 thoughts on “Mineo. Sinistra, solidarietà soltanto a parole…

  1. Forse sarebbe il caso di distinguere tra il Rosso e il rosa pallido e scolorito del PD!
    Alle critiche sopra esposte se ne possono aggiungere altre:
    – il cambio di posizione di quei 5 sindaci, per non si sa bene quali motivi, prima 10 si e 5 no e poi a braccetto tutti assieme appassionatamente;
    – l’esclusione dalla manifestazione organizzata dai sindaci, davanti al villaggio, proprio degli ospiti (ricordo le bandiere di…) alla faccia dell’integrazione.
    Voglio però ricordare chi si è schierato contro, ieri e a maggior ragione oggi, proprio a tutela degli ospiti ritenendo il centro solo un ghetto a copertura di “certi” affari:
    il comitato cittadino di Mineo “calatino solidale per davvero”; PRC; La rete antirazzista catanese e le organizzazioni a loro vicine; Il CCP P. Maura; la Sinistra Menenina; tutti i cittadini di Mineo e del calatino che collaborano alla raccolta degli indumenti; i tanti che non ricordo.
    Questi, contrari al centro per i motivi sopra esposti, oggi continuano nei limiti delle proprie possibilità, a presidiare il villaggio e ad organizzare iniziative per alleviare alcune carenze organizzative della CRI.
    Voglio ricordare a tutti quelli preoccupati per l’incolumità del territorio che possono recarsi al villaggio e ringraziare gli ospiti perchè sono loro che a tutt’oggi lo stanno tutelando.
    Infine esorto i nostri cari sindaci ad organizzare delle navette per favorire gli spostamenti degli ospiti presso i comuni del calatino perchè ad oggi i nostri amici viaggiano a piedi.
    Sarebbe il caso di elencare tutte le carenze organizzative della CRI ma sono troppe, al di fuori delle villette belle e carine per il resto è tutto un disordine all’italiana.
    Nello Blangiforti

  2. Caro Nello, mi occupo di coordinare i corrispondenti dei vari paesi della provincia per il giornale “Le Termopili” che ha pubblicato questo articolo (a proposito ringrazio la redazione di qui Mineo che lo ha ripreso).

    Volevo solo dirti, perché conosco l’autrice dell’articolo ed il suo pensiero, che in effetti quello che voleva dire è molto simile a quello che hai detto tu… Non a caso sono elencati i partiti dei sindaci, e tra di essi spicca il fior fiore della classe dirigente del PD locale, non di certo di Rifondazione… Altrimenti il titolo sarebbe stato “Estrama sinistra…” oppure “comunisti…”. Ma sono proprio i “cattolici” e i “socialisti” del PD (mi viede da ridere su entrambe le parole) che hanno assunto certe posizioni intolleranti…

    Comunque, a proposito del campo di Mineo, posso dirti che malgrado molte delle tue critiche possano essere anche giuste, mio padre fa il volontario nella Croce Rossa Italiana, ed una volta alla settimana si reca al villaggio per prestare la sua opera di “soccorso” agli immigrati. Beh, ti posso dire che:

    1) Si cerca di dare il massimo, anche se ovviamente si può fare di meglio…

    2) Gli immigrati sono liberi di uscire e rientrare la sera, quindi non può essere un lager nel senso stretto della parola…

    Per il resto un abbraccio, e a presto!

    Giuseppe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...