Lettera aperta al Sindaco della mia Mineo

di Alessandro Manzoni

2011.04.17 – Vorrei rubarLe un attimo del Suo preziosissimo tempo, nella speranza che legga questa mia lettera, per comunicare alcune mie considerazioni, dubbi e perplessità su alcuni atti adottati dalla giunta da Lei presieduta.
In particolare mi riferisco alla delibera n. 556 del 7 aprile 2011, avente per oggetto “Adeguamento tariffe servizi produttivi e a domanda individuale anno 2011”, approvata all’unanimità dei presenti: Castania, Siragusa, Amato, Leggio, Biazzo, Mandrà – assente Balba.
L’atto deliberativo prevede aumenti di tasse distribuiti in tutti i settori della vita sociale. A mio parere alcuni di questi sono palesemente esagerati ed ingiustificati, dall’asilo nido al trasporto scolastico, per non parlare delle licenze edilizie o delle tariffe per le concessioni delle Sale Comunali come l’Auditorium.
A questa mia considerazione Lei risponderà: “I servizi a domanda individuale devono essere pagati dai cittadini che li richiedono”. Le posso ribadire che alcune categorie – bambini e anziani – vanno e debbono essere protette, rispettate e salvaguardate evitando gli sprechi.
A proposito di sprechi, nella stessa seduta di giunta, a mio parere sono state adottati provvedimenti di spesa non proprio necessari.
Le chiedo: il suo staff – assessori e funzionari – afferenti all’area economica finanziaria si è mai chiesto quanto questi ultimi aumenti pesano sulla vita di una famiglia media della nostra città, considerando che l’aumento di acqua e spazzatura come sicuramente Lei saprà negli ultimi due anni ammonta a circa il 50%?
Visto che i Suoi esperti sono così bravi a spolverare nuovi e vecchi balzelli – passi carrabili già adottati, aumento addizionale Irpef di prossima adozione in Consiglio Comunale – perché mediante uno dei tanti corsi di formazione che il Comune finanzia non li forma a elaborare progetti per lo sviluppo economico piuttosto che reperire fondi soltanto vessando i cittadini? Le chiedo: non si accorge in quale stato è l’economia della nostra città? Non si accorge che molte famiglie vivono sulla soglia della povertà? Sappia che molti per dignità non vengono a bussare alle porte dei servizi sociali sapendo che spesso non riceveranno risposte adeguate alle loro esigenze – argomento sul quale La pregherei di avere un’attenzione particolare, nella sua funzione di controllo. Mi chiedo e Le chiedo: non le dispiace passare alla storia della nostra città come il Sindaco che ha dato il colpo di grazia all’economia del nostro popolo?
Lei mi potrebbe rispondere ricordando l’opportunità fornita dai cantieri di lavoro che si sono aperti di recente. Io a mia volta vorrei ribadire a Lei e all’assessore al ramo che trattasi di interventi interamente finanziati dalla Regione Siciliana e nulla è dovuto quindi all’iniziativa della Sua amministrazione.
Scusi l’indelicato accostamento, ma la mia città sembra un barcone di immigrati il cui scafista ha perso l’orientamento e va alla deriva. Speriamo che il barcone non affondi, scafista compreso.
Mi permetta un’ultima riflessione. Sono cosciente che il governo nazionale e quello regionale mandano meno risorse agli enti locali, ma non pensa che l’intenzione del provvedimento era quella di ridurre gli sprechi e non quella di tartassare i cittadini, anche quelli meno abbienti? Con il dovuto rispetto che ogni cittadino deve al Sindaco della sua città, posso almeno chiederLe la destinazione di questi proventi, in particolare mi riferisco alla somma riscossa dal Comune per il recupero dell’Ici? Penso che tale somma sia stata abbastanza rilevante ma non se ne vede traccia, visto il ricorso a questi ultimi aumenti.
Sono sicuro che almeno quest’ultima richiesta sarà da Lei soddisfatta, nella consapevolezza che non ci sono lati oscuri nella gestione amministrativa da parte Sua considerando la Sua lealtà nei confronti dei Suoi concittadini.
Temo che Lei non risponderà a questa mia lettera aperta, probabilmente da solo mi darò le risposte che mai arriveranno.

Con devozione e rispetto

Dott. Alessandro Manzoni, cittadino di Mineo

Annunci

3 thoughts on “Lettera aperta al Sindaco della mia Mineo

  1. Da fonti informate si apprende che buona parte degli aumenti tariffari approvati dalla giunta non è giustificabile con la necessità di aumentare le entrate per il bilancio comunale. Esistono infatti i “diritti di segreteria”, cioè una quota parte delle somme pagate dal cittadino per un servizio vanno direttamente al dipendente comunale che se ne occupa.
    Leone Venticinque

  2. Caro Direttore, aumentare le tasse in periodo di crisi, dimostra scarsa capacita’amministrativa,in quanto si deprimono i consumi e le richieste;che le tasse,si aumentino in favore di pochi sicuramente non è un esempio di buona gestione della cosa pubblica.Questo ci deve fare riflettere sulla competenza dei nostri amministratori.La cosa che mi indigna di piu è la rassegnazione dei cittadini che non si ribellano a questi aumenti indiscriminati, non si indignano di fronte al silenzio sulla legittima richiesta di un cittadino sull’uso e la destinazione di queste somme. Siamo un popolo rassegnato, è questa la cosa piu grave. A questo punto mi chiedo a quando la tassa sul macinato o sul nubilato?
    Alessandro Manzoni cittadino indignato ma non rassegnato

  3. carissimo direttore aprezzo la lettera mandata dal dott. Manzoni, ma come diceva sempre mio nonno: “chi sta bene se ne frega di chi sta male” raggion per cui non ci sarà mai una risposta da parte del sindaco. vorrei esortare tutti i lettori che è arrivato il momento per cominciare a pensare al futuro della nostra città.

    dott. perrotta marco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...