La Rete Antirazzista racconta l’iniziativa di domenica 10 aprile al “Villaggio della Solidarietà”


(foto di Fiodor Bonaviri)

 

Da Mineo

Si è conclusa la seconda domenica, in cui di fronte al villaggio degli aranci si è tenuto un presidio interetnico.
Sin dalle 10 i volontari di associazioni antirazziste catanesi e calatine si sono incontrate con alcune centinaia di richiedenti asilo, chi da alcune settimane chi da pochi giorni; oltre ai numerosi tunisini sono state raccolte le drammatiche testimonianze di alcuni parenti delle vittime del recente tragico naufragio di quasi 300 profughi dalla Libia.
Mentre ci recavamo a Mineo abbiamo visto decollare dalla base di Sigonella 5 caccia per compiere l’intervento “umanitario”, seminando morte anche fra i civili (imprevedibili effetti collaterali) e causando come altro prevedibile effetto collaterale un aumento dei profughi, che s’imbarcano (arricchendo a qualsiasi prezzo vecchie e nuove mafie ) per scappare dalla guerra ( termine abrogato da chi continua a calpestare in maniera bipartisan l’art. 11 della Costituzione). Oramai il Mediterraneo, grazie alla criminale politica razzista della fortezza Europa, si è trasformato in un gigantesco cimitero marino.
A Mineo stiamo monitorando decine di casi critici, che dimostrerebbero la demagogia dell’accoglienza a 5 stelle; casualmente l’accesso per un’ispezione è interdetto, nonostante una richiesta formale consegnata in Prefettura il 23/3, alle associazioni antirazziste e le ispezioni di sindaci e parlamentari si accontentano delle versioni ufficiali per rilasciare superficiali considerazioni alla stampa, così il cerchio si chiude e tutto sarebbe in regola. Ma se il centro fosse solo un CARA e non un centro di detenzione, cosa ci sarebbe da nascondere per impedire l’accesso alla stampa ed alle associazioni solidali?
Noi stamattina abbiamo distribuito vestiario, prodotti alimentari e per l’igiene , per alcune ore c’è stata animazione per bambini e diffusione di musiche etniche, coinvolgendo nelle danze centinaia di persone di decine di nazionalità; ci stiamo organizzando per indire un evento più grande il prossimo 25 aprile, per Liberarci dalla guerra e dal razzismo.

Ct 10/4/2011 Rete Antirazzista Catanese

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...