Residence degli Aranci: interviene il Partito Democratico

2011.02.19 – “Di fronte alle scelte del governo Berlusconi e del ministro Maroni, a seguito degli sbarchi massicci avvenuti sulle coste siciliane, il Partito Democratico di Catania non può tacere lo scandalo di un governo che improvvisa le proprie politiche sull’immigrazione, dimostrando un approccio dilettantistico nella scelta dell’utilizzo del Villaggio degli Aranci di Mineo come Centro di accoglienza unico per i rifugiati”. Lo afferma l’esecutivo provinciale del PD etneo.
In particolare il segretario provinciale Luca Spataro, il responsabile Enti locali Giuseppe Cicala e Claudio Guzzetta, responsabile Politiche sociali del partito, denunciano “l’assenza di un piano strategico del Governo Berlusconi, che si è fatto cogliere di sorpresa davanti ad un evento prevedibile, che non riesce ad attivare velocemente le fasi di accoglienza e che ignora le organizzazioni impegnate nel volontariato e nella cooperazione, che al contrario dovrebbero essere rilanciate e sostenute in occasioni come questa”.
“L’idea di concentrare 7.000 persone a Mineo lascia esterrefatti – proseguono – Ci chiediamo come il Governo intenda dare assistenza medica in un concentramento di tale portata. Come si pensa di aiutare le persone più vulnerabili? E se a Mineo dovesse verificarsi una rivolta, la situazione come verrebbe gestita?”. “Non è pensabile che il territorio di Mineo riesca a integrare un numero così elevato di persone – concludono Spataro, Cicala e Guzzetta – Le opportunità di integrazione devono essere costruite su numeri relativamente piccoli e ascoltando anche la voce della popolazione locale”.

Annunci

One thought on “Residence degli Aranci: interviene il Partito Democratico

  1. he il governo faccia solo propaganda sull’emigrazione è scontato, come pure è scontato che berlusconi in nome dell’emergenza faccia affari.
    La gestione o l’integrazione avviene solo a piccoli gruppi inseriti e no ghettizzati tra la popolazione.
    La volontà di berlusconi non è quella di integrare e far convivere le etnie diverse ma quella imprenditoriale che sulle sofferenze altrui fare soldi.
    In realtà non si vuole affatto che gli emigrati si integrano, se fossero in 7000 veramente non possono mai integrarsi ed è x questa ragione che li si concentra al fine di creare un perenne stato di emergenza da gestire con i fondi della comunità europea al solo scopo di fare affari.
    E’ questo che si deve fare capire no che arrivano delinquenti alla popolazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...