Comunicato di Paolo Ragusa (Sol.Calatino) sul Residence degli Aranci di Mineo

2011.02.17 – Apprendiamo dalle notizie di stampa dell’esistenza di un progetto di riconversione del “Residence degli Aranci” di Mineo da struttura abitativa riservata ai militari in servizio presso la base NATO di Sigonella a centro di accoglienza di persone immigrate richiedenti asilo e rifugiate.
L’iniziativa non trova impreparata la cooperazione sociale che anzi valuta come una opportunità di crescita civile per la popolazione e di sviluppo per l’intero territorio l’apertura di uno spazio di solidarietà umana nel cuore di un territorio, come quello del Calatino Sud – Simeto, con una forte vocazione solidaristica.
Peraltro ormai da diversi mesi il tema della rifunzionalizzazione a fini sociale del villaggio di C.da Cucinella è all’ordine del giorno del “Patto territoriale dell’economia sociale del Calatino Sud – Simeto”, guidato dal Consorzio Sol.Calatino S.C.S. in partnership con 10 comuni del comprensorio, la Provincia Regionale di Catania, l’ASP 3, la Camera di Commercio IAA di Catania, l’IRCAC, ed altri numerosi soggetti privati.
La realizzazione del “Residence della Solidarietà” bene si concilia con la nostra idea di sicurezza che nel territorio va garantita, oltre che con il meritorio presidio delle forze di polizia, attraverso iniziative di reale integrazione socio – lavorativa e mediante l’attivazione di processi di inclusione sociale (alfabetizzazione linguistica, mediazione culturale, formazione professionale, ecc..) capaci di contrastare ogni fenomeno di emarginazione delle persone accolte!
In questo progetto, prezioso può essere il contributo dello SPRAR, il sistema di protezione dei richiedente asilo e rifugiati, gestito dall’ANCI, che da diversi anni attraverso una rete diffusa di centri di accoglienza (alcuni presenti anche nel territorio del Calatino Sud – Simeto) garantisce nel nostro Paese percorsi capaci di tutelare e promuovere l’autonomia delle persone accolte in Italia.
All’impresa Pizzarotti chiediamo di continuare a mantenere un approccio di servizio al territorio e non di colonizzazione dello stesso, anche nel rapporto con il Governo italiano che con merito guarda alle potenzialità della struttura di Mineo per garantire una risposta di solidarietà e di aiuto alle persone immigrate.
In tutto questo riteniamo che la cooperazione sociale del territorio che vanta peraltro una significativa esperienza nella gestione di analoghi progetti di integrazione, possa rappresentare il motore dell’accoglienza e il veicolo di una reale inclusione delle persone richiedenti asilo e rifugiate che troveranno ospitalità nel nuovo “Residence della Solidarietà”, così come ribattezzato dal Presidente del Consiglio, On. Silvio Berlusconi.
Il Sol.Calatino S.C.S. anche in questa circostanza è pronto a rispondere ai bisogni di prossimità delle persone più deboli, sostenuto anche dal rapporto associativo con l’A.G.C.I. – Associazione Generale Cooperative Italiane – che sul territorio regionale annovera diverse cooperative che hanno maturato una notevole professionalità sui temi dell’assistenza delle persone immigrate.
Il Presidente
Paolo Ragusa

Annunci

One thought on “Comunicato di Paolo Ragusa (Sol.Calatino) sul Residence degli Aranci di Mineo

  1. Carissimo Presidente,forse non ti sei accorto che dopo le tante promesse fatte tre quarti dei giovani di Mineo e immigrato in cerca di fortuna e il quarto che è rimasto fa ancora il mantenuto.
    Perchè non dici la verità una volta tanto ed ammetti che hai le mani in pasta in molte cooperative sociali, e sei pronto a qualsiasi cosa pur di ottenere appalti all’interno del Residance degli Aranci.
    Spero che tu sia il solo a pensarla così, anche se molti tuoi collaboratori non si espongono…..se ti avessimo fatto Sindaco di Mineo a ques’ora i RIFUGIATI POLITICI saremmo proprio noi “Cittadini di Mineo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...