Maroni: a Sigonella primo villaggio per i migranti. Dalla Ue annunciate misure concrete

2011.02.15 – [fonte] A Sigonella verrà creato il primo “villaggio della solidarietà”, nel quale saranno ospitati nuclei familiari, uomini e donne che abbiano chiesto asilo politico. Lo ha spiegato oggi in prefettura a Catania il ministro dell’Interno Roberto Maroni, che ha visitato in mattinata con il presidente del Consiglio Berlusconi le strutture del residence degli Aranci di Mineo, che attualmente ospita 404 unità abitative per i militari americani di stanza nella base siciliana, dove sorgerà il centro di accoglienza per gli immigrati. Maroni ritiene che la struttura di Sigonella sia idonea per ospitare 1800 immigrati.
Parlando delle cause che hanno determinato la nuova ondata di sbarchi il ministro dell’Interno ha spiegato che «il terremoto istituzionale che si è verificato in Egitto potrebbe provocare ingenti flussi di immigrazione». Maroni ha anche aggiunto che «l’Europa non può rimanere indifferente» e ha chiesto che le autorità di Bruxelles prendano una posizione forte e decisa sul piano politico, dato che «non è solo una questione di ordine pubblico e non riguarda solo i ministri dell’interno, ma i capi di stato».
Immediata la risposta della commissaria Ue agli affari interni Cecilia Malmstrom, che si trova «in stretto contatto» con l’agenzia europea per il controllo delle frontiere (Frontex) pronta «a lanciare una propria missione» per aiutare l’Italia a far fronte al flusso straordinario di immigrati dalla Tunisia. «La Commissaria ha già identificato una serie di concrete misure per rispondere ai bisogni dell’Italia, ovviamente nell’ambito delle proprie competenze», ha precisato il portavoce, Michele Cercone.
La Ue fornirà assistenza finanziaria all’Italia nell’ambito dei fondi europei disponibili per rifugiati e frontiere. Secondo la commissaria Malmstrom l’aiuto «può essere reso disponibile abbastanza rapidamente», ha assicurato il suo portavoce, senza però precisare l’ammontare dei fondi. L’Italia ha chiesto ufficialmente aiuti per 100 milioni di euro.
Telefonata Napolitano-Barroso: serve azione a livello europeo. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha avuto questa mattina un cordiale colloquio telefonico con il presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, sui problemi in discussione in seno alle istituzioni dell’Unione Europea e, in particolare, sull’azione che si richiede al livello europeo e da parte dei governi nazionali «dinanzi alla grave emergenza del massiccio afflusso di persone provenienti dal Nord Africa sulle coste meridionali del nostro paese». Lo ha reso noto il Quirinale.
Potenziale enorme flusso sulle coste Ue. «Non ci facciamo illusioni, crediamo che un enorme flusso di migrazione potenziale possa riversarsi sulle coste europee». Lo ha affermato il ministro degli Esteri, Franco Frattini, a SkyTg24 commentando la notizia dell’avvistamento di un barcone partito dall’Egitto. “«Speriamo sia un caso isolato», ha sottolineato il titolare della Farnesina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...