Il Governo Lombardo e la promozione turistica della Sicilia

Per la Sicilia, niente Bit – Il presidente ha deciso di rinunciare alla kermesse turistica

di Giulia Noera

sici

2010.12.16 –  “Credo che la redditività di questo investimento sia prossima allo zero, dunque non vogliamo affrontare spese che non portano a nessun risultato per la nostra isola.’ Così parlò il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, in un’intervista al quotidiano ‘La Sicilia ’ e dunque dopo tante polemiche sulla partecipazione alla Borsa Internazionale del Turismo e sulla effettiva utilità della presenza di uno stand della Regione Siciliana, Palazzo d’Orléans ha deciso: nel 2011 non sarà alla più famosa kermesse turistica in programma a Milano dal 17 al 20 febbraio prossimi. “Ormai la gente si raggiunge con internet ed è attraverso questo strumento che bisogna promuoversi. Negli anni passati ci sono stati tanti flash ed interviste, ma in realtà poco si è letto sui giornali nazionali ed esteri. E se la Fiera di Milano non è in grado di assicurare un lancio delle nostre offerte sul piano della comunicazione multimediale, allora spendere un patrimonio diventa inutile.”
Mentre il comune di Palermo litiga su concerti di Capodanno e alberi di Natale da austerity (benché sia ‘capitato’ nelle lista dei comuni più virtuosi d’Italia!) la Regione ripensa alla sua posizione di ‘regina’ alla Bit e decide di cambiare strategia: l’assessore al turismo Daniele Tranchida, ha confermato la volontà già espressa la scorsa stagione dal presidente Lombardo, che non vedeva di buon occhio la partecipazione ad una kermesse che, pur essendo una vetrina importante, non ha dato i risultati sperati, né in termini di visibilità che di numeri.
D’altro canto, la volontà di Lombardo, sarebbe quella di organizzare una borsa mediterranea del turismo qui in Sicilia, per poi spostarla altrove.
Ma parecchi operatori del settore non sono affatto d’accordo con questa decisione: si fa loro portavoce Antonio Mangia, patron di Aeroviaggi, il più importante tour operator della Sicilia. “ Alla Bit bisognerebbe comunque partecipare, soprattutto perché non è stata elaborata alcuna strategia alternativa- dice Mangia- Tra l’altro il mercato lombardo rappresenta per la Sicilia la prima voce di arrivi dall’Italia. E, aggiungo, senza alcuna programmazione, sarà pure difficile organizzare qualsiasi manifestazione nell’Isola”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...