In Sicilia sviluppo e mafia sono tutta una cosa?

[fonte]

Lombardo & le ecomafie

di Piero Lipera

Venerdì 19 novembre, ore 15, Palazzo d’Orleans a Palermo. Conferenza stampa del Presidente dei siciliani (di tutti, tanto, anche se non lo voti, te lo becchi al primo rimpasto). Ci si deve difendere dall’accusa, ancora solamente giornalistica, di aver favorito Cosa Nostra. Problemi suoi. Non entrerò nel merito delle sua difesa né delle sue giustificazioni. Lombardo non è un gran oratore e nell’era della comunicazione la retorica non è certo manfrina solo per avvocati. Ribadisco, problemi suoi e (per la verità anche) del PD.
Ad ogni modo, c’è un punto della discussione che mi ha colpito più degli altri. Ammetto però che ho potuto seguire la diretta solamente fino alle 16,30 poi il lavoro mi distolto dal “dovere”. Se dobbiamo dirla tutta, ho poi cercato di trovare on line il video della conferenza stampa, ma temo che i potenti mezzi di comunicazione della Presidenza Lombardo siano decisamente impediti verso l’utilizzo di queste nuove, misteriche e luciferine forme mediali (youtube, facebook, twitter). La mia ricerca è stata vana, ho trovato solamente i primi 15 minuti sul blog del Presidente. Dicevo, il punto della filippica arraffaeliana che mi ha colpito è stato ovviamente di natura meramente politica. Eccolo: “Sono contro l’eolico ed il fotovoltaico perchè, come tutti sanno, una pala o un campo eolico posto a cica km 100 da un centro abitato è esposto, oltre alle intemperie della natura, anche alle intemperie della malavita”. Lombardo, dixit.
In altre parole, secondo Lomby, in Sicilia, sarebbe meglio NON fare perché qualora si facesse ci sarebbe il pericolo di infiltrazioni mafiose nell’economia siciliana (presumo volesse riferirsi al pizzo ed al riciclaggio). Quanto appena trascritto è il vero pensiero del Presidente Arraffaele in ordine alle politiche ecologiche ed energetiche? Mi fermo un attimo a riflettere, poi mi domando: ci è o pensa che ci facciamo (noi)? Veramente ci vuole fare credere che egli è contro i campi fotovoltaici e le pale eoliche perchè teme che la mafia se ne possa, di dritta o di rovescia, approfittare? Ripeto: ci è o pensa che ci facciamo (noi)? Ma non era lui medesimo – per sua stessa ammissione durante la conferenza stampa – ad aver presentato un progetto da 2 MILIONI di EURO per la costruzione di un campo fotovoltaico nella sua proprietà intestato alla moglie sua? Il mio dubbio cresce: ci è o pensa che ci facciamo (noi)?
In verità il NON fare in Sicilia mi ricorda il pensiero della sinistra favista (che sta per Claudio Fava), secondo il quale tutte le ricchezza siciliane sono frutto del giro d’affari criminale e a questo potere mafioso devono sempre rendere conto e rispetto istituzioni e politici. Ma vuoi vedere che Lombardo sia diventato un discepolo di Claudio Fava? Sono rapito da ogni forma di incertezza: ci è o pensa che ci facciamo (noi)?
Sotto altro aspetto, vuoi vedere – secondo l’Arraffaele – che in Sicilia dobbiamo preventivamente rinunciare a qualsiasi forma di approvvigionamento energetico non inquinante sol perché c’è la mafia? In ultima analisi, noi siciliani dovremmo rinunciare all’energia prodotta dal sole e dal vento (fotovoltaico ed eolico) perchè nelle nostre campagne detti impianti sarebbero esposti alle intemperie della malavita? Ci è oppure pensa che noi ci facciamo prendere in giro? Domandissima: ma predisporre un circuito satellitare di video sorveglianza – forse anche questa è roba misterica e luciferina persino mafiosa – non sarebbe la minima e sicura soluzione del problema di cui commento? Se nelle strade di campagna della Sicilia si predisponesse un servizio di video sorveglianza, a tutela e a garanzia dell’ambiente e della salute dei cittadini (anziché gli stabilimenti di Priolo e Gela, che solo morte e malformazioni hanno portato), le paure del Presidente Arraffaele non troverebbero la parola fine?
Mi scuserete un’ultima quaestio : Perché quando in famiglia Lombardo si è pensato di costruire e chiedere un finanziamento dalla Regione, pari a 2 MILIONI di EURO, il Presidente non ha avuto le stesse paure? Nelle more che qualcuno trovi risposta alle mie ansie questulanti, rispondo io: Viva l’eolico ed il fotovoltaico – anche in campagna – abbasso la mafia, i tumori e gli stabilimenti industriali. Viva la Sicilia ed i Siciliani che non hanno paura delle intemperie della malavita!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...