Satira politica: “intervista” a Lucky Luciano

[fonte]

Fiumefreddo contro la mafia: quando la cronaca incontra la satira

di Pietro Fortunato

Lucky_Luciano

Intervista “impossibile” con Lucky Luciano che rivela: “ci arrendiamo all’avvocato!”

Noi di “LineaSicilia”, come tutte le testate che si rispettano, cerchiamo talora lo scoop. Stavolta, tramite la satira, siamo riusciti nell’intento. Abbiamo intervistato nientepopodimenoché Lucky Luciano. Un nome, una garanzia. E infatti, lui, da uomo d’onore, non ha tradito. E ci ha rivelato cose sconvolgenti…

Cronista: Buongiorno Signor Luciano, scusi il disturbo….

Lucky Luciano: “Chi è? A quest’ora sulle nuvole non si può neanche dormire in pace….”

Cronista: Beh, lei ha mandato tanta gente al creatore, ora potrebbe pagare dazio in qualche modo….

LuckY Luciano: “Vabbè, che volete? Io i giornalisti li amo tanto da morire….”

Cronista: Ahi, ahi, calma, calma, le volevamo soltanto fare qualche domanda sulla stato della mafia in Sicilia, possiamo?

Lucky Luciano: “ma certamente, io sono un cultore della materia. Ma di tutta la Sicilia o solo di Catania? Sapete c’è qualcosa che si preoccupa davvero…”

Cronista: Davvero? Allora, mister Luciano, come vede Cosa Nostra sotto l’Etna?

Lucky Luciano: “ho capito, cercate lo scoop. Ora ve lo fornisco io: tremiamo. Mi dicono gli amici catanesi che c’è da avere paura…da sentirsi male. C’è un fenomeno straordinario, che mette a rischio la nostra stessa esistenza…”

Cronista: calma, calma, mister. Andiamo con ordine. Siete preoccupati davvero?

Lucky Luciano: “Sì certamente….”

Cronista: cosa vi assilla? Un poliziotto speciale?

Lucky Luciano: “No.”

Cronista: allora un magistrato antimafia super?

Lucky Luciano: “No”.

Cronista: abbiamo capito, un giornalista investigatore?

Lucky Luciano: “Nemmeno”.

Cronista: un Prefetto di ferro, stile Mori?

Lucky Luciano: “Ma quando mai!”

Cronista: Berlusconi?

Lucky Luciano: “no, parliamo di cose serie”

Cronista: mister Luciano, siamo in difficoltà, che succede?

Lucky Luciano: “è terribile, anche la mia lupara quando sente questo nome comincia a vibrare per il timore che incute…”

Cronista: Dia? Carla Del Ponte? Onu contro le mafie?”

Lucky Luciano: “Di più, di più”

Cronista: ma chi? Cosa?

Lucky Luciano: “Un solo nome: Fiumefreddo”.

Cronista: chi? Il comune in provincia di Catania?

Lucky Luciano: “Ma no! L’avvocato, il legale del grande Giuseppe Ercolano, non lo sa? Ci terrorizza.”

Cronista: come? Davvero?

Lucky Luciano: “Assolutamente, io non dormo più la notte, anche perché i diavoli che mi circondano soffrono d’insonnia a forza di vedere  com’è ridotta Catania. Poi, il mio amico Al Capone ha spento il sigaro in segno di lutto. Forse Fiumefreddo gli ha tolto il gusto del tabacco. Sarà la paura…chissà. E che dire di Don Tano Badalamenti e di Stefano Bontade? Brave persone, ma proprio proprio in crisi, l’avvocato Fiumefreddo è un incubo. Notturno, appunto”.

Cronista: ma perché?

Lucky Luciano: “che devo dirle? Abbiamo visto le sue iniziative antimafia al Teatro Bellini di Catania e ci siamo subito allarmati. Questo fa sul serio –ci siamo detti immediatamente. In confronto Falcone, Borsellino, e tutti i poliziotti e carabinieri caduti per mano di Cosa Nostra hanno fatto qualcosa di umano, lui, invece, l’avvocato di Catania è super, appunto è un supereroe, quasi come quelli dei fumetti”.

Cronista: davvero?

Lucky Luciano: “guardi, io me ne intendo. Dopo Batman e Robin, Superman e i Fantastici Quattro, il Grande Mazinga e Goldrake, Fiumefreddo è un personaggio di assoluto carisma, un uomo tutto d’un pezzo che merita la copertina di Vanity Fair!”

Cronista: ma perché? Che fa di tanto incisivo?

Lucky Luciano: “ma le pare poco mettere il faccione di Matteo Messina Denaro sulla facciata del Bellini? E il clamoroso “Dance Attack”, appunto che sembrava essere stato tratto dalle trame dei fumetti dei supereroi che lottano contro il Male per affermare il Bene? Ci vuole un coraggio fuori dal comune, un coraggio tutto d’un pezzo. Lo sanno bene i magistrati, tanto che al Bellini fu inaugurato anche un anno giudiziario. Una tensione feroce, qualcuno per resistere si era portato anche un thermos di caffè”

Cronista: come avete reagito?

Lucky Luciano: “siamo preoccupati assai, quasi terrorizzati. E io non mi riconosco più….Quasi, quasi, mi pento e divento una star dei giornali italiani!”

Cronista: che intende fare, allora?

Lucky Luciano: “gli abbiamo mandato qualche messaggio di cuore, parlando al telefono fra di noi, ma lui –duro come la pietra- non si è piegato. In Prefettura, a Catania, è stato un vero uomo. Io la scorta? Giammai! E pensare che non poca gente tutelata appunto in questo modo, potrebbe benissimo tutelarsi piuttosto con un cremino o un babà..ma comunque…“

Cronista: uno con le palle, insomma, Fiumefreddo?

Lucky Luciano: “ma certamente. Lo avevamo capito dopo la serata in piazza con Don Ciotti. Terribile, un effetto devastante per Cosa Nostra. Siamo rimasti chiusi in casa per giorni e giorni. Io sono rimasto dentro una nuvola, però fa lo stesso…”

Cronista: e ora cosa farete?

Luck Luciano: “ e  che vuole fare? Preferiamo scioglierci, da soli. Non con l’acido, ma con il bicarbonato. Affrontare uno come Fiumefreddo è troppo anche per noi. Ci arrendiamo, ammainiamo bandiera bianca!”

Cronista: uno scoop vero?

Lucky Luciano: “e che le avevo detto? Io sono uomo di parola, uomo d’onore. Ora mi scusi, torno a vedermi i cartoni animati che è affare più serio”.

Cronista: grazie, grazie, mister Luciano, lei è davvero un uomo speciale, forse anche stupefacente. E Grazie a te Antonio, sei il nostro supereroe. Antimafia, s’intende.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...