Nel Partito Democratico si discute sull’appoggio al governo regionale di Lombardo

[fonte]

Raia (Pd): “Il Pd di Caltagirone non è una ‘Repubblica a sé’.”

“Il Pd di Caltagirone non è una ‘Repubblica a sé’. Discutere, dialogare, confrontarsi con il corpo del partito è giusto e democratico. Accettare e sostenere le decisioni assunte dagli organismi dirigenti regionali, nella loro quasi totalità, è altrettanto democratico. Organismi regionali che, ricordiamo, sono stati eletti appena un anno fa dalle primarie e dal partito”. Lo afferma il deputato regionale del partito democratico, Concetta Raia, in merito al referendum chiesto dal Pd di Caltagirone sul sostegno dei democratici al governo Lombardo. “La scelta di sostenere il governo tecnico del presidente della Regione, Raffaele Lombardo, è arrivata dopo mesi di discussione al nostro interno ma anche dopo il via libera dato dal partito nazionale – ricorda la parlamentare regionale – È davvero paradossale e grave che importanti dirigenti e parlamentari di questo partito continuino a delegittimare una scelta politica fatta dagli organismi dirigenti dei quali loro stessi fanno parte”. “Le decisioni, una volta assunte, vanno rispettate – sostiene il deputato regionale – Se così non fosse, gli organismi eletti non avrebbero valore e, quindi, non avrebbero ragione dì esistere”. “Chi pensa il contrario abbia il coraggio di affermarlo apertamente e di proporre, semmai, un referendum affinché ogni scelta politica e ogni decisione sia affidata d’ora in poi solo al referendum e alle primarie”. “Credo, invece, che la scelta delle primarie vada fortemente privilegiata per scegliere gli uomini e le donne da far eleggere al Parlamento e al Senato e per incidere, soprattutto, nel ricambio generazionale e nel rinnovamento della classe politica”. “Basta con queste contrapposizioni sterili all’interno del nostro partito che lo fanno apparire litigioso, diviso e poco credibile – commenta Concetta Raia – Basta con queste iniziative strumentali del sì del no a Lombardo”. “Proviamo, invece, a incalzare il Governo regionale affinché dia risposte vere e concrete ai problemi della gente”. “Forse, sarebbe il caso – conclude – di non autodistruggerci ma di essere più uniti e, soprattutto, di dimostrare di tenere al bene e alla crescita di questo partito”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...