Pd e Pdl criticano il “secessionismo” del governatore Lombardo

[fonte]

Salvo Pogliese, deputato Pdl all’Ars: “L’Italia è una e indivisibile, nessuna idea di secessione di alcune sue parti è tollerabile. La logorrea mediatica che sembra aver colpito Lombardo spingendolo a rilasciare dichiarazioni sempre più sopra le righe, ora l’ha costretto a svelare qual è il suo vero sentire: altro che autonomia, Raffaele Lombardo vuole lo smembramento della Patria. Sono curioso di sapere cosa diranno ora i finiani, alleati di ferro di Lombardo in Sicilia, di queste dichiarazioni del governatore.La Sicilia e i siciliani sono e si sentono nell’animo profondamente italiani.”.

Enzo Bianco, senatore Pd: “Al presidente Lombardo suggeriamo vivamente delle ripetizioni di storia, viste le strampalate ricostruzioni, tutte sue, sull’unità d’Italia e sul ruolo di Garibaldi. Una versione della storia italiana di una leggerezza di cui nemmeno la Lega sarebbe capace. Partito a cui oggi Lombardo sembra allinearsi anche sulle farneticanti dichiarazioni di secessione “alla siciliana”. Mi chiedo come fanno i miei amici del Pd all’Assemblea regionale, tanto rispettosi della storia e dell’unità d’Italia, a sostenere chi ne dà una visione così demagogica e sorretta da un “retroterra culturale” come quello che emerge dalle affermazioni di Lombardo“.

Anna Finocchiaro, senatrice Pd: “L’unità nazionale è per il Pd non solo un valore costituzionale ma è un elemento essenziale della propria identità politica. E la nostra iniziativa è segnata da questo. Per questo sosteniamo il federalismo fondato sulla difesa dell’unità nazionale e sui principi di solidarietà e sussidiarietà e per questo è per noi è inaccettabile qualsiasi idea di secessione”. “Non possono esserci equivoci su questo punto e non si tratta di dettagli di poco conto. Si tratta al contrario di una questione politica di grande rilievo”. “Lombardo non governa da solo e da questo gli derivano responsabilità importanti. Insomma non può pensare di dire e fare solo quello che ritiene più utile e conveniente per sé o per il proprio partito”. “Se Lombardo confonde autonomia e secessione è fuori strada. E il Pd non ha nessuna intenzione di farsi confinare nella subalternità“.

Domenico Nania, senatore Pdl: “Alle dichiarazioni deliranti dello psichiatra Lombardo sulla secessione della Sicilia, si adatta una sola battuta: ‘ognuno è il miglior medico di se stessò”.

Livio Marrocco, deputato Fli all’Ars: “Mi meraviglia che alcuni politici siciliani disconoscano il forte legame che intercorre tra le scelte scellerate degli ultimi decenni ed il tradimento continuo dell’autonomia siciliana perpetrato da certa classe dirigente che, solo a parole, si dice vicina alla Sicilia ed al meridione”. “Il Presidente Lombardo ha voluto enfatizzare la necessità di scelte coraggiose legate veramente alle emergenze della Sicilia. Al di là di alcune dichiarazioni farneticanti, aprioristicamente contro Lombardo, ci aspettiamo risultati concreti dal Governo Nazionale come, ad esempio, sul federalismo fiscale. Futuro e Libertà  vuole attuare l’Autonomia Siciliana nel quadro costituzionale in cui trova riconoscimento, ossia quello dell’identità nazionale”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...