(Caltagirone) L’ex-cinema Metropol verrà recuperato?

Già negli scorsi anni in varie occasioni si era parlato dell’ex-cinema teatro Metropol di Caltagirone.
Fino al 2000 lo spazio era stato utilizzato: un incontro politico del Cdu nel 1995 (fonte); nel 1996, ’97 e ’99 tre edizioni della Rassegna delle scuole di danza siciliane (fonte). Poi l’acquisto da parte della provincia di Catania.
Il 31 marzo 2007 il movimento Fiamma Tricolore protestava pubblicamente contro il presidente della provincia Lombardo: “Siamo stanchi – dichiarava il commissario e candidato sindaco Totò San Filippo – del trattamento provinciale verso la nostra città; esiste da anni un progetto, ci sono i fondi, ma l’amministrazione Lombardo continua a guardare senza far nulla. Il Metropol è da anni abbandonato. Tante promesse, pochi fatti. Tutti i militanti della Fiamma pretendono, esigono risposte. Basta prese in giro rivogliamo il Metropol. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare, e finalmente ad alzare la testa, contro chi vuole la nostra amata Caltagirone solo un serbatoio di voti da sfruttare in periodi elettorali. Forza e onore. Insieme per la nostra città, insieme per l’orgoglio caltagironese.” (fonte)
Il 5 maggio 2007 un incontro politico in piazza con video-proiezione organizzato dalla “Lista Giovane” (fonte) aveva denunciato il degrado dell’edificio.
In una seduta del Consiglio Comunale di Caltagirone del 7 settembre 2009 (fonte) il consigliere comunale Luca De Caro (Mpa) era intervenuto con un’interrogazione sullo “stato di degrado dell’ex cine-teatro Metropol” (di proprietà della Provincia) e sulla conseguente indispensabilità di celeri interventi, a cui ha risposto l’assessore Palazzo, illustrando “contatti e iniziative in atto fra Comune e Provincia”.
Sulla necessità di intervenire per il restauro e riutilizzo della struttura in disuso e è intervenuto con un comunicato stampa il consigliere provinciale Giuseppe Mistretta il 21 agosto 2010 (vedi sotto). Analoga interrogazione è stata presentata anche dal consigliere provinciale del Pdl Gruttadauria (fonte) il 9 agosto 2010.
Sulla effettiva necessità per il centro urbano di Caltagirone e il territorio circostante di investire risorse in un altro spazio per iniziative e attività socio-culturali, vista la già elevata concentrazione di simili luoghi creatasi negli ultimi anni, si vedano i seguenti articoli: Cresce il polo culturale calatino, ma solo a Caltagirone; Ancora un nuovo spazio per la cultura nel calatino, ancora a Caltagirone.

Mistretta (La Destra-As): «per il Metropol di Caltagirone la sola strada è l’immediato recupero con fondi della Provincia»

Ormai parecchi anni fa la Provincia Regionale di Catania, per iniziativa dell’allora presidente Nello Musumeci, acquistò a Caltagirone l’immobile conosciuto come “Cine Teatro Metropol”, con l’idea di sviluppare la vita culturale del territorio calatino. A tal scopo fu anche redatto e consegnato all’Amministrazione provinciale un apposito studio di fattibilità, approvato con delibera di giunta n. 1081/2000. Purtroppo oggi l’edificio versa in stato di totale abbandono, nonché in precarie condizioni manutentive ed igienico sanitarie, dando una immagine di degrado e sporcizia indecorosa per la città di Caltagirone e per l’intera area.
Più volte la vicenda è stata trattata, anche sulla stampa, ma, trascorsi otto mesi dall’approvazione dell’ultimo Piano Triennale delle Opere Pubbliche della Provincia, nessun bando di finanza di progetto è stato pubblicato.
«A questo punto – dichiara il consigliere provinciale Giuseppe Mistretta, del gruppo “Con Nello Musumeci per la Provincia” – è chiaro che per risolvere il problema il project financing non è la strada giusta, perché nell’idea di rivalutazione del Metropol la funzione sociale è preminente e, quindi, poco capace di generare flussi di cassa sufficienti ad attrarre alcun soggetto promotore. Ne consegue solo un ulteriore ritardo nel recupero e nell’utilizzo del prestigioso immobile. Per non parlare del rischio di segno contrario, ossia di una torsione del progetto originario nella direzione di una vera attività imprenditoriale senza alcun fine sociale, capace sì di attrarre potenziali promotori, ma con l’unica intenzione di fare business e certo non di promuovere arte e cultura».
Peraltro, la città di Caltagirone e il Calatino in generale sono geograficamente abbastanza lontani dal centro “Le Ciminiere” di Catania, oggetto di svariate iniziative fruibili gratuitamente o a prezzi modici dalla cittadinanza. Ovvio che chi vive a sud del Simeto si veda preclusa dalla distanza la possibilità di partecipare ai tanti eventi socio-culturali organizzati dalla Provincia.
Il consigliere Mistretta ha quindi presentato al presidente Giuseppe Castiglione una interrogazione tendente a conoscere, spiega l’esponente de La Destra-As, «se non ritenga più opportuno, così come non solo da me auspicato, procedere con urgenza al ripristino del Metropol con fondi propri, destinandolo ad attività e iniziative culturali gratuite o a prezzi sociali».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...