Calatino in cerca di sviluppo – sindaci, provincia e un consorzio nel “Patto territoriale”

Quali siano i contenuti sui quali dovranno lavorare i nove sindaci, la provincia di Catania e il Consorzio SolCalatino, uniti nel “Patto territoriale dell’economia sociale del Calatino” lo si saprà il prossimo 2 agosto 2010. Nel frattempo appare utile per i non addetti ai lavori soffermarsi su cosa si intende abitualmente quando si parla di “economia sociale”. Si veda in proposito l’articolo di Giacomo Panizza, Economia sociale e ruolo del “terzo settore” al sud, ma anche la voce di Wikipedia Terzo settore. In estrema sintesi, il terzo settore è formato da soggetti privati – aziende, cooperative, consorzi – che lavorano nei servizi a spese dello stato o degli enti locali ai vari livelli. Nel corso degli anni molti servizi forniti direttamente da enti pubblici sono stati in questo modo ceduti a soggetti esterni, creando il “terzo settore” che è il privato che vive di pubblico. Appare chiaro allora che, quando si parla di “economia sociale”, salvo eccezioni l’argomento si sostanzia in decisioni di spesa di denaro pubblico in progetti di maggiore o minore utilità per la popolazione, ma in ogni caso solo molto indirettamente o per nulla legati all’obiettivo di creare nuova ricchezza e veri posti di lavoro non assistiti con i soldi delle tasse. E’ dunque di grande importanza che il soggetto pubblico committente eserciti un vigile ruolo di controllo sull’efficacia dei risultati rispetto ai costi e, a sua volta, che la totalità dei cittadini sia pronta nei momenti di esercizio del potere democratico a valutare, premiandola o meno con il consenso elettorale, la capacità di governo mostrata dagli amministratori nel corso del loro mandato.

Qui di seguito la notizia diffusa venerdì 30 luglio 2010 [fonte]:
Sono nove i Comuni dell’area Calatina che insieme alla Provincia regionale di Catania e il Consorzio SolCalatino hanno sottoscritto il “Patto territoriale dell’economia sociale del Calatino”, un documento che servirà a favorire lo sviluppo locale di quella porzione di territorio.
I contenuti del protocollo d’intesa saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà lunedì 2 agosto, alle ore 10.30, nella sala conferenze (piano seminterrato) del Centro direzionale Nuovaluce.
All’incontro parteciperanno i firmatari del protocollo: il presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione, al quale toccherà il ruolo di coordinamento, i legali rappresentanti del Consorzio SolCalatino, e i sindaci del Comuni di Licodia Eubea, Mazzarrone, Militello in Val di Catania, Mineo, Mirabella Imbaccari, San Cono, San Michele di Ganzaria, Scordia e Vizzini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...