Cercasi amministrazione che scacci crisi latente

A Mineo, dal ’48 a oggi, la D.C. è stata sempre il partito di maggioranza relativa e assoluta, e in ogni caso, è stata sempre la forza politica che ha detenuto il potere. Nelle ultime elezioni del 14-5-1978 ha addirittura surclassato le avversarie politiche conquistando ben 12 consiglieri su 20, e benché questa larga maggioranza le avrebbe consentito una comoda amministrazione monocolore (MSI 3 consiglieri, 2 PCI, 2 PSI, 1 PRI) ha preferito formare la nuova giunta, che dovrebbe restare in carica sino all’83, con l’apporto del PSI che ha ottenuto per i suoi due consiglieri altrettanti assessorati.
Ora nasce spontanea una domanda: come mai è ricorsa all’apporto preferenziale col PSI e non, ad esempio, col PRI o col PCI o, addirittura, con più forze politiche, come succede a livello nazionale o regionale? E ancora: come mai ha ceduto due assessorati?
Le risposte alle due domande sono queste:
1) Il PRI e il PCI invitati a far parte l’uno della giunta, l’altro di dare l’appoggio esterno, hanno rifiutato queste proposte non avendo trovato un accordo né sulla formula di governo (il PCI avrebbe partecipato all’amministrazione a condizione di ottenere un assessorato), né sulla sostanza e sul programma del governo stesso.
2) La DC ha dovuto cedere due assessorati al PSI perché al proprio interno non trovava quell’armonia e quella tranquillità necessarie ad un’equa spartizione degli assessorati, ha “preferito” perciò “mollare” l’assessorato in più al PSI piuttosto che assegnarlo ad un proprio esponente che avrebbe potuto in seguito creare delle situazioni tali da ostacolare l’andamento amministrativo. Ricordiamo che la DC a Mineo è spaccata in due fazioni degne di “Capuleti” e “Montecchi” e che all’epoca delle presentazioni delle lilste elettorali ci furono delle forti tensioni fra gli esponenti locali spalleggiati da diversi grossi papaveri della DC regionale e nazionale. Si vociferò di una lista civica, ma infine fu trovato un accordo, però, solamente apparente, vista l’aria di crisi che si respira al comune di Mineo dopo appena quattro mesi dalla formazione della Giunta cittadina. E’ da rilevare che in questo periodo il consiglio comunale ha tenuto una sola seduta: per eleggere il Sindaco e la Giunta. Quest’ultima ha dovuto riunirsi solo per l’ordinaria amministrazione. tutto ciò è dovuto ad incolmabili dissidi ed anche beghe personali esistenti fra gli assessori della DC.
In questo calderone hanno facile gioco i due socialisti che sembra si facciano ogni giorno più esigenti e contribuiscono così anche loro a dar credito a quelle voci indiscrete e pessimiste le quali assicurano che presto Mineo sarà retta da una gestione commissariale.
Intanto i problemi della cittadina, che sono tanti e di vecchia data, restano irrisolti tra il disinteresse generale ed è chiaro cher a farne le spese sono sempre i cittadini i quali avevano riposto fiducia negli attuali amministratori.
Non è fantasia che molte attività pubbliche, data la crisi amministrativa, sono paralizzate. Sappiamo che il Comune pur avendo ottenuto finanziamenti per il campo sportivo, per i cantieri-scuola, per una nuova scuola elementare, non sta prodigandosi per appaltare o gestire tali lavori col rischio di perdere i finanziamenti stessi. E’ il caso dei fondi ottenuti attraverso la L.R. n. 34 (290 milioni). E ancora: l’attuazione della legge n. 167 è rimasta solo un’utopia, niente si sta facendo per realizzare le tanto attese opere di urbanizzazione onde poter assegnare i lotti ai privati e alle cooperative che ne hanno fatto richiesta. Anche il progetto per la realizzazione del museo archeologico nell’ex carcere mandamentale, avviato dalla passata amministrazione, giace negli assessorati di Palermo e nessuno si muove.
Come abbiamo visto, il bilancio di questa nuova amministrazione è del tutto negativo e crediamo che sia giusto venga data al più presto una svolta positiva all’andazzo amministrativo in modo che venga assicurato a Mineo un più roseo avvenire.

Nello Simili
“Il Tamburo”, ottobre 1978, p. 6.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...